Decreto per il Bonus Reddito Energetico

Finalmente sono giunte le direttive per ottenere il Bonus Reddito Energetico, offrendo un’occasione preziosa alle famiglie italiane che rispettano determinati requisiti ISEE e intendono investire nell’energia solare attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici.

Il recente decreto del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica fornisce dettagli sui beneficiari, sugli interventi ammissibili e sugli incentivi concessibili per il 2024-2025.

Questo decreto, pubblicato dal Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, regola il nuovo reddito energetico, un programma volto a promuovere la transizione verso fonti di energia più sostenibili e a ridurre la dipendenza dalle risorse non rinnovabili.

Un fondo nazionale di 200 milioni di euro è stato allocato per fornire incentivi alle famiglie interessate ad investire in impianti fotovoltaici. Tale iniziativa si configura come un’opportunità di rilievo per coloro che intendono ridurre i costi della propria bolletta energetica e contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico.

Chi ha diritto al Bonus 2024

Le famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro oppure fino a 30.000 euro e con almeno 4 figli a carico possono accedere a questi incentivi. Queste agevolazioni offrono una preziosa opportunità per:

  • Ridurre i costi energetici familiari.
  • Contribuire attivamente alla transizione verso fonti energetiche sostenibili.
  • Partecipare alla lotta contro il cambiamento climatico.

Tuttavia, i dettagli su tempi e modalità di presentazione delle domande per ottenere tali agevolazioni saranno definiti successivamente da un provvedimento apposito.

Come funziona e quante risorse ci sono

Il nuovo reddito energetico costituisce un passo fondamentale verso un futuro più sostenibile e accessibile per tutti. Esso offre alle famiglie italiane l’opportunità di abbracciare soluzioni energetiche più pulite e convenienti, ponendo le basi per una crescita più ecologica e vantaggiosa per l’intera comunità.

Il decreto, ufficialmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 dell’8 novembre, dettaglia le modalità di funzionamento del Fondo, i requisiti necessari per accedere agli incentivi, nonché le procedure per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni.

Le risorse destinate per il biennio 2024-2025 ammontano complessivamente a 200 milioni di euro, distribuiti nel seguente modo:

  • 80 milioni sono destinati alle regioni dell’Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;
  • 20 milioni sono riservati alle restanti regioni e province autonome.

Gli incentivi per la realizzazione di impianti di energia rinnovabile sono mirati principalmente a famiglie in condizioni di disagio economico.

Come presentare la domanda e gli elementi necessari

Ogni beneficiario può presentare una sola domanda, una per nucleo familiare, e può usufruire dell’agevolazione una sola volta. Questo meccanismo di distribuzione mira a garantire un accesso equo alle risorse e a massimizzare l’impatto positivo delle misure di sostegno per la transizione verso un sistema energetico più sostenibile e accessibile per tutti.

Possono beneficiare delle agevolazioni gli interventi di installazione di impianti fotovoltaici destinati all’autoconsumo e collegati a utenze di consumo intestate al beneficiario o a un altro membro del nucleo familiare. Questi impianti devono essere associati a unità immobiliari di residenza anagrafica del nucleo familiare.

Per essere ammissibili, gli interventi devono garantire che una parte dell’energia elettrica prodotta dall’impianto sia consumata internamente e devono includere, per almeno 10 anni, una polizza assicurativa multi-rischi, servizi di manutenzione e monitoraggio delle prestazioni dell’impianto.

Inoltre, la potenza nominale degli impianti fotovoltaici deve essere compresa tra 2 e 6 kW e gli interventi devono essere eseguiti esclusivamente da imprese autorizzate all’installazione di tali impianti.

Per sostenere la realizzazione di questi interventi, è previsto un contributo in conto capitale che copre i costi ammissibili entro i limiti massimi indicati nella tabella di riferimento.

Energia S.p.A. per il tuo impianto fotovoltaico

Energia S.p.A. si impegna costantemente per rendere la tua casa più efficiente e sostenibile. Attraverso la sua divisione Energy Family, ti offre un accompagnamento personalizzato verso la soluzione ottimale per le esigenze energetiche della tua abitazione.

Le soluzioni proposte per le famiglie spaziano dal fotovoltaico agli impianti per il riscaldamento e il raffreddamento dell’aria, fino ai sistemi per il riscaldamento dell’acqua. Grazie alla presenza di un consulente dedicato sempre al tuo fianco, avrai la certezza di poter contare su una guida competente e professionale in ogni fase del processo decisionale.

Compila il form per richiedere maggiori informazioni





    Condividi sui social

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *